venerdì 19 ottobre 2012

STASERA POLISPORTIVA GENZANO - ATLETICO PAVONA

Intervista al Presidente Marco Giustinelli.

Alla vigilia dell’incontro al Palacesaroni tra Polisportiva Genzano e Atletico Pavona, entrambe con una vittoria all’esordio, abbiamo sentito Marco Giustinelli, presidente del sodalizio pavonense, per una valutazione sul difficile impegno di questa sera.

Presidente, come vede la gara di questa sera?
Stasera il campo ci dirà chi siamo – afferma Giustinelli – Affrontiamo la compagine storicamente più forte del Girone A. Sono anni che la Polisportiva Genzano si conferma meritatamente ai vertici della classifica. Noi, sulla carta, partiamo battuti. Ma, sappiamo che le partite si giocano in campo e non sulla carta. E, credo, che questa sera al Palacesaroni ci sarà partita vera, indipendentemente dal risultato. I ragazzi sono carichi e determinati. La vittoria nella prima partita contro la Veliterna ha scaldato l’ambiente e adesso il campo ci dirà esattamente quanto valiamo. La squadra è tra le più giovani dell’intero panorama della Serie D regionale e il nostro progetto è quello di creare uno zoccolo duro che ci permetta, nel giro di tre anni, di essere competitivi per la Serie superiore. Ma l’obiettivo principale rimane, comunque, quello di rappresentare il terminale di un Settore Giovanile tra i meglio strutturati, a nostro parere, di tutto lo scenario provinciale. Infatti l’80% dei componenti della rosa proviene dal nostro vivaio, a conferma dell’ottimo lavoro svolto in questi dieci anni di attività.

Chi sono, secondo lei, le favorite del Girone alla vittoria finale?
Ritengo che il nostro Girone sia tra i più competitivi a livello generale. Per il passaggio alla serie superiore, vedo favorito un gruppo di formazioni che comprende i nostri “cugini” dell’US Pavona, il Real Castel Fontana e, ovviamente, la Polisportiva Genzano, assoluta protagonista nelle ultime stagioni. Poi, tra gli altri, sento parlare molto bene del Montagnano e del Green House. E’ possibile che anche tra le formazioni considerate di seconda fascia emerga un outsider che potrà dare filo da torcere alle favorite, ma, credo che, alla fine, da questo terzetto uscirà il campione del girone.

E dove si colloca l’Atletico Pavona?
Noi siamo la matricola del Girone e partiamo con l’umiltà di chi deve dimostrare ancora tutto. Come dicevo la squadra è giovanissima e senza esperienza della categoria. Lo stesso Allenatore è alla sua prima panchina e deve prendere ancora le misure al contesto generale. Di contro, i nostri ragazzi hanno un tasso tecnico interessante e, molti di loro, come Sambucini, Felici, Vassallo e Schininà hanno già calcato i terreni di gioco delle serie superiori e ci assicurano quel tasso di affidabilità che, sicuramente, a questa età, può fare la differenza. Ma, ripeto, le nostre ambizioni sono quelle di esprimere un bel gioco e di crescere in ottica futura. Tutto quello che verrà, sarà in più.

Qual è l’augurio che si sente di fare alla squadra?
Innanzitutto quello di continuare a divertirsi e a divertire, senza eccessive pressioni e in un contesto ambientale sereno e propositivo. Poi, ovviamente, quello di mettercela tutta e di onorare questa maglia che, da due lustri, rappresenta un modello di fair play e di orgoglio per gli oltre cento ragazzi che vestono i colori dell’Atletico Pavona e che vedono la prima squadra come un esempio da seguire sia a livello umano che sportivo. Un grande “In bocca al lupo, quindi, alla squadra, al tecnico Fabio Belfiori, a Nicola Giustini, con l’augurio che tutto il gruppo riesca a mantenere quell’entusiasmo e quella voglia di fare bene dimostrati finora.

Un pensiero particolare al nostro calciatore Ruddy Almada che nei giorni scorsi è rimasto vittima di un grave infortunio che lo terrà lontano dai campi di gioco per diverso tempo. Un augurio di pronta guarigione e un caloroso abbraccio da parte della squadra e di tutto l'Atletico Pavona, in attesa di vederlo tornare tra noi più forte e determinato di prima!

Mirko Giustini
Ufficio Stampa Atletico Pavona

Nessun commento:

Posta un commento